24 Marinare per Antonio

Antonio è un padre di 3 bambini che si alza ogni mattina e va a lavorare.
Antonio è un datore di lavoro che dà lavoro a 6 persone che a loro volta sono padri e madri di famiglia.
Antonio fa tutto con le proprie forze, senza l’aiuto di nessuno.
Antonio ha parenti famosi nel mondo della pizza ed è pizzaiolo, ma non lo dice a nessuno.
Antonio ha vinto trofei ma lavora silenziosamente nel suo locale.

Poi arriva un giorno, decide di farsi vedere e solo per un po’ di visibilità in più, che probabilmente non piace a qualcuno, una mattina alle 4 si ritrova la sua sala esterna data alle fiamme. Vigili del fuoco, Carabinieri e tanta gente fuori il locale. Tutta gente che non è lì per fare la fila per una pizza o una delle sue ottime fritture, ma per assistere a come 15000 euro di beni vanno in fumo.
Alle luci del mattino, dopo che i Vigili del fuoco hanno constatato che l’impianto elettrico era perfettamente funzionante e a norma e che le cause sono esterne e di origine dolosa, resta solo il disastro e la disperazione di chi lavora per portare il pane a casa.

Antonio Esposito è il proprietario della Pizzeria Lazzari Felici di San Giorgio a Cremano (NA) ed è una persona perbene.
Qui la camorra, cui sarà volato il pensiero di tutti, non c’entra nulla. Qui è l’invidia, il dispetto, che per certi versi fa ancor più schifo della camorra.
Antonio, che è uomo di grande dignità, non avrebbe voluto questo post, ma è giusto che quando un lavoratore è colpito ci si stringa attorno a lui e si abbia solidarietà reale e non solo a parole.

Così il sito “Di testa e di gola” si è sentito in dovere di lanciare un evento di raccolta fondi che veda protagonisti soprattutto i pizzaioli suoi colleghi.
24 Marinare per Antonio è un gesto simbolico con il quale ciascun pizzaiolo che vuole sacrifica l’incasso di 24 marinare calcolato a 3 euro l’una equivalente a complessive 72 euro. Appena “2 tavole di pasta”!.
200 aderenti contribuiranno a sostenere la riattazione della sala esterna.
L’operazione non sarà impossibile se si tiene conto che nella sola città di Napoli i forni che lavorano a pizzeria sono oltre 1400.

La raccolta avverrà tramite Evento Facebook con partecipazione di solo quelli che realmente intendono partecipare fattivamente alla cosa.

L’IBAN sul quale bonificare i 72 euro è IT12 G062 3003 5510 0005 6670 077 intestato a Esposito Antonio – Causale: 24 marinare per Antonio.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *