Sial Paris, debuttano i dialoghi d’eccellenza AFIDOP

Lo stand AFIDOP inizia il proprio storytelling sulle valenze gastronomiche di Caciocavallo Silano, Gorgonzola, Grana Padano, Mozzarella di Bufala Campana, Parmigiano Reggiano e Pecorino Romano con il contributo della giornalista e scrittrice franco-spagnola Maria Canabal.
La presidente di PARABERE Forum (il primo forum gastronomico tutto al femminile al mondo) intraprende un excursus sulle origini dei sei formaggi protagonisti a SIAL e ne descrive il percepito in Francia, supportata anche dai dati di consumo.
Le DOP misurano un volume complessivo di circa 500 tonnellate annue e nel corso del 2016 le produzioni delle principali denominazioni italiane hanno registrato un incremento complessivo rispetto allo scorso anno, confermando il trend positivo ormai decennale. Nel primo semestre 2016, ad esempio, si è registrato un aumento del 5% per il Parmigiano Reggiano, del 6,5% per la Mozzarella di Bufala Campana, e del 3,3% per il Grana Padano.
Dall’analisi emerge che i prodotti caseari nostrani e quelli francesi si contendono pressoché alla pari lo scettro di più amati. La Francia è una realtà molto importante per la produzione casearia e per la tutela delle denominazioni d’origine. Il rapporto commerciale tra Italia e Francia è molto sviluppato ed il lattiero caseario è una delle principali fonti di commercio. Del totale dei formaggi esportati dall’Italia il 21% (28% in Ue) è destinato alla Francia, seguita da Germania, Stati Uniti e Regno Unito. Nei primi sei mesi dell’anno, le esportazioni di formaggi italiani in Francia ammontano a più di 40 mila tonnellate, il 7% in più rispetto al 2015 per un totale di 221 mln di euro. Per quel che riguarda le DOP, le vendite oltralpe ammontano a 7.314 tonnellate, il 10% in più rispetto allo scorso anno, per un valore di più di 62 mln di euro. Le tre DOP più vendute in Francia sono Grana Padano, Parmigiano Reggiano e Gorgonzola. Anche a scaffale, le DOP italiane conquistano in Francia posizioni da leader anche per la loro versatilità nell’utilizzo, dall’aperitivo al fine pasto. Il dialogo è proseguito con lo show-cooking firmato dal maestro pizzaiolo Franco Pepe e dalla sua brigata che, per la prima giornata di SIAL, ha proposto al pubblico le sei pizze dedicate ai formaggi protagonisti:

  • Caciocavallo Silano e “Riccio Nero”
  • Grana Padano 24 mesi e “La Scarpetta” (anteprima assoluta proprio in occasione di SIAL)
  • Gorgonzola e “Mare e Monti”
  • Mozzarella di Bufala Campana e “Margherita Sbagliata”
  • Pecorino Romano e “Pinsa”
  • Parmigiano Reggiano e “Sfizio di Pomodoro”

E, per il gran finale, una versione dessert della celebre pizza cunciata. La degustazione è stata
accompagnata dalle bollicine di Franciacorta Zero, millesimato vintage di Contadi Castaldi, che si è
abbinato perfettamente a tutte le pizze presentate ed è stato particolarmente apprezzato dal pubblico.

Gli appuntamenti presso lo stand AFIDOP a SIAL Paris proseguono:

  • lunedì 17 ottobre – “Il formaggio italiano è chic”, a cura di Sophie Djeral, giornalista di Vogue
    e Madame Figaro, e di Francois Bourré, Designer;
  • martedì 18 ottobre – “Le peculiarità gastronomiche dei formaggi italiani in relazione al territorio di origine”, a cura di Meri Mura, food blogger e lifestyle connoisseur;
  • Fino al 19 ottobre, Franco Pepe e la sua brigata continueranno gli show-cooking.

AFIDOP
L’Associazione Formaggi Italiani DOP e IGP raggruppa i principali Consorzi di tutela dei formaggi a denominazione di origine protetta. La maggior parte di questi Consorzi è stata costituita in tempi diversi – alcuni dei quali nati ottant’anni fa – a tutela delle caratteristiche fondamentali di questi preziosi prodotti, le cui caratteristiche sono quindi strettamente legate al territorio di origine. I Consorzi salvaguardano la tipicità e l’uso della denominazione dei prodotti, promuovono la loro conoscenza, ne tutelano la produzione attraverso la vigilanza e le verifiche della qualità. I 26 Consorzi associati ad AFIDOP coprono il 99,7% della produzione italiana di formaggi DOP. Tutte le Regioni, le tradizioni e le tipologie di formaggi si ritrovano in AFIDOP: dai formaggi freschi a quelli stagionati, dai formaggi a pasta cruda a quelli a pasta semicotta o cotta o filata, dai formaggi vaccini a quelli prodotti con latte di pecora, di bufala e di capra. Dalle grandi produzioni che superano il milione di quintali a quelli che non superano le poche centinaia. Un panorama vastissimo, quindi, e largamente rappresentativo, in grado di portare nel mondo un messaggio di qualità che non ha pari.

FRANCO PEPE
Franco Pepe è un artigiano moderno con l’antica passione per la pizza. La sua competenza si fonda sull’esperienza di tre generazioni di maestri panificatori ed è andata sviluppandosi negli anni, arricchita dalla passione e dalla dedizione all’impasto che ha reso celebre Franco, e che ha reso Caiazzo (Ce) un punto di riferimento internazionale per gli amanti di un nuovo modo di intendere la pizza. Il lavoro di Franco è orientato su tre direttrici. La prima e più evidente è la struttura ricettiva che accoglie Pepe in Grani, unalocanda a tutti gli effetti con la possibilità di soggiornarvi grazie alle accoglienti camere. La seconda è di non aprire a pranzo (tranne la domenica) perché i ritmi delle lievitazioni richiedono dedizione e attenzione, soprattutto se rapportati ai numeri delle pizze servite (circa 500 a turno) e desidera che siano rispettati, perché tutto deve prendere il giusto tempo. Infine l’idratazione dei suoi impasti a mano, che li trasforma in nuvole di leggerezza, capaci di esaltare i gusti e i sapori di ogni ingrediente.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *