Il Natale di Rossopomodoro: serate e menu speciali accompagnate dalla tombolata di Enzo Calabrese

Il 6, il 9 e il 13 dicembre sulla ruota di Roma, Ischia e Napoli escono le battute irriverenti dello showman partenopeo che accompagnano una cena all’insegna della goliardia e delle buone usanze gastronomiche partenopee con pizza e primi di stagione

Eccoci a Natale e nella tradizione napoletana, di cui Rossopomodoro è alfiere, non è possibile pensare alle Feste senza la tombola, il gioco che sta alla tavola partenopea come la pizza sta alla gastronomia della città.

Per festeggiare con i suoi clienti le feste natalizie, Rossopomodoro ha organizzato un cartellone della tombola con lo showman partenopeo Enzo Calabrese, maestro indiscusso della tombolata irriverente che associa parole, battute e musica all’estrazione dei numeretti che compongono il tabellone.

Si parte martedì 6 dicembre al Rossopomodoro LAB di pizza Monte Grappa a Roma per continuare venerdì 9 dicembre a Ischia Porto e chiudere martedì 13 dicembre al Rossopomodoro LAB di via Partenope a Napoli.

Ambo, terno, quaterna, cinquina e tombola sono scandite dalle battute di Calabrese che costruisce uno spettacolo rifacendosi alla tradizione della cabala e del significato che ogni numero porta con sé.

Irriverente perché le battute non fanno sconti a nessuno. Nella tradizione napoletana, la tombola è il gioco dei femminielli che accolgono ogni numero estratto con segnali di presagio e letture oniriche che rendono particolare ogni serata. Calabrese, parrucca bionda in testa, ripercorre il filone dell’aruspice sboccato pronto a punzecchiare i partecipanti con battute, appunto, irriverenti.

E insieme alla tombola c’è il menu speciale delle feste solo per la serata. Eccolo:

  • Cestino di mandarini e spasso napoletano (noci e noccioline)
  • Pizza di scarole alla monachina e zeppoline di baccalà come antipasto
  • Bis di primi (zuppetta di verza, salsiccia, porcini e castagne in ciotola di pane e fusilli freschi di Gagnano a ragù e ricotta) 
  • oppure “Pizza a due” con l’abbinata “friarielli e salsiccia” e margherita ai pomodorini gialli
  • Panettone ai limoni sfusati di Amalfi con salsa di cioccolato
  • Da bere un calice di rosso Aglianico e acqua minerale. 

Nel prezzo di ogni menù (18 € a Napoli, 22 € a Ischia e a Roma) è inclusa anche una cartella con cui giocare alla tombolata (non sarà possibile acquistarne di più). E ovviamente ci saranno i premi per terno, quaterna, cinquina e tombola. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *