Capitan Cooking: i vincitori del concorso che svela i nomi degli chef del futuro

Cinque le scuole alberghiere che hanno superato le fasi eliminatorie e si sono sfidate a colpi di mestoli durante la finale della quarta edizione di “Capitan Cooking“, il concorso organizzato da Asmef (Associazione Mezzogiorno Futuro) nell’ambito della rassegna “Giornate dell’Emigrazione”, kermesse patrocinata dal Ministero per gli Affari Esteri. La gara si è svolta nella mattinata del giorno 12 dicembre a Sorrento, precisamente presso l’Istituto Polispecialistico “San Paolo”.

Queste le cinque scuole finaliste: Ippolito Cavalcanti di Napoli, Duca di Buonvicino di Napoli, Enzo Ferrari di Battipaglia, Tur Villa di Villa San Giovanni, Gasparrini di Melfi. Le cinque brigate di cucina hanno proposto alla giuria (presieduta dallo chef Gian Marco Carli affiancato dagli chef Francesco Gargiulo di Francischiello, Vincenzo Galano dell’Hilton Sorrento Palace, dal sommelier Yuri Buono e dal critico enogastronomico del Corriere del Mezzogiorno Gimmo Cuomo) piatti tipici presentati sia in versione classica che in versione innovativa.

Due gli istituti vincitori del contest: l’Istituto Alberghiero Turistico di Villa S. Giovanni che ha proposto come piatto classico un pasticciotto di pasta frolla con crema agli agrumi, e come specialità innovativa una composizione di cannoli con creme diverse aromatizzate al bergamotto, alle annone, alle arance e al limone; e l’l’Istituto Duca di Buonvicino di Napoli, la cui brigata guidata dallo chef Felice Franzese ha proposto un tris di polpette (al ragù nella versione classica, fritte e poi cotte al vapore in barattoli sigillati nella versione innovativa).

Ai vincitori saranno offerti stage di formazione presso strutture turistico/alberghiere ubicate in tutta Italia.

Chef cooking spaghetti in the kitchen

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *