SEEDS&CHIPS 2018: John Kerry e Howard Schultz tra i keynote speaker della quarta edizione del Summit

L’Executive Chairman di Starbucks, Howard Schultz  e l’ex Segretario di Stato americano John Kerry, saranno tra i keynote speaker attesi alla quarta edizione di Seeds&Chips, the Global Food Innovation Summit, il grande evento di innovazione nella filiera agroalimentare che si svolgerà a MiCo, Milano Congressi, dal 7 al 10 Maggio 2018, ideato da Marco Gualtieri.

L’Executive Chairman di StarbucksHoward Schultz, fondatore della più grande catena internazionale di caffetterie al mondo, aprirà la prima giornata del Summit milanese il 7 maggio.  L’intervento di Schultz rappresenterà un momento unico per la città di Milano, dove l’imprenditore ha iniziato il percorso della sua carriera e dove tornerà dopo più di trent’anni dalla sua prima visita. Fu proprio durante un soggiorno a Milano negli anni ottanta infatti che Schultz elaborò il concetto di esperienza legato al caffè che sta oggi alla base del rivoluzionario concept di Starbucks e che lo portò ad esportare a livello internazionale l’autenticità del caffè italiano e le sue tradizioni. Da quel momento prese corpo la realtà di Starbucks, oggi una delle aziende di maggior successo a livello globale, del valore di $ 77 miliardi, con oltre 21.000 negozi in tutto il mondo.

L’ex Segretario di Stato Americano John Kerry parteciperà l’8 maggio con un intervento sull’importanza del cambiamento climatico nel sistema alimentare e sulle sfide che il mondo è chiamato ad affrontare per assicurarsi un futuro sostenibile. L’apparizione di John Kerry di fronte al pubblico di Seeds&Chips segue il discorso programmatico del 2017 del Presidente Barack Obama, che ha scelto il Global Food Innovation Summit per consegnare le sue prime osservazioni post-presidenza. Il Summit di quest’anno rappresenta un’opportunità per il Segretario Kerry di raggiungere un settore, quello del cibo, sempre più centrale in relazione alla sostenibilità e al futuro del Pianeta, come da lui già evidenziato durante il suo discorso nel settembre del 2015 in Expo.

Marco Gualtieri, Presidente e Fondatore di Seeds&Chips: ”L’edizione di Seeds&Chips di quest’anno vedrà salire sul palco grandissimi personaggi internazionali e, come da nostra tradizione, tanti giovani.  Siamo dunque onorati di presentare ufficialmente Howard Schultz e John Kerry, in qualità di keynote speaker del Summit. L’anno scorso il Presidente Obama, con il suo grande carisma, ha indicato la strada da seguire per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità legati al cibo, all’ambiente e al clima, portando il dibattito ad un livello elevato. E Seeds&Chips vuole continuare a percorrere questa strada, consapevole che tutti i messaggi, i nuovi modelli, le innovazioni e le opportunità legate al cibo devono essere declinati per raggiungere ogni angolo del Pianeta”.

John Kerry

Esplorare le soluzioni alle sfide ambientali è stato un tema centrale nella carriera politica di Kerry. Nel 2009, è stato nominato Presidente del Comitato per le Relazioni Estere del Senato, dove ha assunto un ruolo chiave di leadership in materia di politica estera e di sicurezza nazionale con gli Stati Uniti. Dal 2013, nominato Segretario di Stato americano dal Presidente Barack Obama, Kerry ha portato all’attenzione della politica internazionale l’importanza dei cambiamenti climatici e della sostenibilità, due temi che saranno centrali nella politica estera degli USA. Kerry ha guidato i colloqui bilaterali tra Stati Uniti e Cina nel 2014, che hanno portato a un accordo di cooperazione tra due delle nazioni più potenti del mondo. In particolare, Kerry è stato determinante nel garantire la partecipazione degli Stati Uniti all’Accordo di Parigi 2015, il deal internazionale per ridurre le emissioni di carbonio firmato da quasi 200 Paesi in tutto il mondo. Inoltre, la sua Fondazione “Our Oceans” ha generato investimenti stimati in $ 9,24 miliardi e si è impegnata a proteggere 9,9 milioni di chilometri quadrati di oceani del mondo.

Howard Schultz

Crescendo in una famiglia della classe operaia a Canarsie, a Brooklyn, Schultz ha vissuto in prima persona le difficoltà che le famiglie americane affrontavano per riuscire a sbarcare il lunario. Il caffè entra nel suo destino già all’inizio della sua carriera: dopo la laurea, Schultz accetta la proposta di Hammarplast, società che vende macchine da caffè europee negli Stati Uniti. Fu in quegli anni che avvenne il suo primo incontro con The Starbucks Coffee Tea and Spice Company, una piccola torrefazione fondata nel 1971 con vendita al dettaglio. Una vera e propria folgorazione, che nel 1982 lo portò ad essere assunto come Direttore marketing e vendite retail. Con Schultz, Starbucks è stata una delle prime società sostenitrici della responsabilità sociale di impresa e il suo Global Impact Report del 2016 ha delineato la visione dell’azienda per il futuro con particolare attenzione alla sostenibilità, alla vendita più ecologica e agli impegni per la comunità. A maggio 2016, Starbucks ha emesso un bond di sostenibilità di 495,6 milioni di dollari per migliorare le condizioni di lavoro degli agricoltori e combattere i rischi ambientali delle piantagioni di caffè in tutto il mondo. Oggi Starbucks è conosciuta non solo per quello che fa sul mercato, ma anche per fornire i migliori benefici ai suoi dipendenti, come stock options, assistenza sanitaria e assistenza universitaria a tutti coloro che lavorano nell’azienda.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *