Jamie Oliver invita a firmare una petizione per l’educazione alimentare a scuola

Una petizione internazionale da indirizzare al G20 per chiedere che l’educazione alimentare diventi pratica obbligatoria in tutte le scuole del mondo. È quella lanciata dallo chef britannico Jamie Oliver, star della Bbc e cuoco dell’ex premier Tony Blair, attraverso il portale Change.org.

In questo momento – afferma Oliver – stiamo affrontando un’epidemia mondiale di obesità, con 42 milioni di bambini di meno di cinque anni sovrappeso o obesi in tutto il mondo. Il risultato è che la prossima generazione vivrà meno dei propri genitori se non verrà fatto nulla per correggere queste statistiche allarmanti”.

Oliver con la sua cucina all’italiana non è nuovo a sfide originali e costruttive contro il cibo-spazzatura all’interno delle scuole. Proprio le mense degli istituti scolastici inglesi e americani sono stati infatti set di un ciclo di sue trasmissioni. Qui lo chef eliminava il junk food sostituendolo con cibo sano e dimostrando così come sia più salutare per i ragazzi introdurre cibi più sani per evitare malanni e allergie alimentari.
La petizione sta avendo un successo straordinario e ha già raccolto più di 500 mila firme, segno che la cura per l’alimentazione è un problema molto sentito in ogni parte del globo.

È essenziale che armiamo le future generazioni con le strategie di vita di cui hanno urgentemente bisogno – sottolinea Oliver – per condurre vite più sane, più felici e più produttive. Io credo fermamente che questo sia un diritto umano di ciascun bambino e spero che voi siate d’accordo con me”.  

https://www.youtube.com/watch?v=yLLwjQYdUVI

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.